Alla Comunità scolastica: studenti, genitori, docenti, personale ATA.

Saluti a tutti

Di solito il momento dei saluti e dei ringraziamenti è quello più “noioso” quando si è a una riunione o convegno, ma mai come in questo momento sento, invece, che saluti e ringraziamenti sono doverosi da parte mia ed essenziali per cominciare il nuovo anno scolastico all’insegna della chiarezza e della collaborazione e cooperazione che ci contraddistingue come comunità IC Montelucci.

Abbiamo superato un anno particolare e sofferto, nel quale siamo stati costretti da un nemico invisibile a stare chiusi in casa; un anno che ci ha visto inizialmente confusi e spaventati e poi costretti a interagire a distanza, con la didattica e con lo smart working; ci siamo messi in gioco e ci siamo riusciti garantendo il servizio scolastico nonostante le mille difficoltà.

Abbiamo acquisito nuove competenze e compreso che il valore della scuola non è  solo istruzione, ma è cultura, è relazione, è sviluppo della socializzazione e del rispetto dell’altro.

Ora siamo pronti a ripartire e, per farlo in sicurezza, il Comune ci sta accompagnando con i lavori richiesti, lo Stato con i materiali necessari, il personale amministrativo con gli adempimenti necessari; i docenti e i collaboratori scolastici con volontà e lavoro instancabile stanno sistemando le aule per accogliere i “nostri” ragazzi e lavorando sull’adeguamento della scuola alle nuove esigenze normative e didattiche.

A loro, dunque, i miei più sinceri ringraziamenti; senza il loro supporto non sarebbe possibile la riapertura.

Un grazie particolare, poi, a tutto lo staff della dirigenza, impareggiabile per volontà, professionalità e dedizione alla scuola e alla nostra comunità.

Un caro benvenuto ai nuovi iscritti e alle loro famiglie e un “bentrovati” agli altri: sarà un immenso piacere rivederci e poter lavorare nuovamente insieme, seppure con qualche novità dovuta alla particolare situazione che il mondo sta vivendo.

Il mio caloroso ringraziamento va anche alle splendide signore che da quest’anno non lavoreranno più con noi, ma solo fisicamente, perché in fondo continueranno a fornirci il loro supporto anche non in presenza.  Donne lavoratrici, instancabili e professionali, docenti e ATA, alle quali va tutta la nostra riconoscenza e gratitudine per l’impegno profuso per il benessere della nostra scuola e per la passione con la quale instancabilmente hanno lavorato contribuendo a trasmettere agli alunni e alla intera comunità i valori sui quali si fonda la società civile.

La Presidenza del Consiglio, il Ministero dell’Istruzione, della Sanità, il Comitato tecnico scientifico, la Regione Lazio, l’USR, ci hanno dato istruzioni e indicazioni per ripartire in piena sicurezza, ma, perché tutto si realizzi nel migliore dei modi, è fondamentale che ci sia piena collaborazione della intera comunità scolastica  affinché siano garantite tutte le condizioni e rispettate le regole prescritte per proteggerci ed evitare la diffusione del contagio.

Le regole sono poche ma fondamentali: distanziamento di almeno un metro, uso della mascherina, areazione dei locali, lavaggio frequente delle mani, sanificazione continua dei locali.

Questo non ci garantirà di essere totalmente esenti dai rischi per la salute, ma sicuramente di ridurli al minimo assumendo comportamenti consapevoli e responsabili sia a scuola che nella vita quotidiana.

Metteremo a disposizione sul sito tutte le informazioni necessarie e le indicazioni che anche in questi giorni le Autorità stanno perfezionando. Vi daremo a breve informazioni anche sui corsi di recupero e sulle modalità di ingresso negli edifici scolastici.

Importante, però, è attenersi alle comunicazioni ufficiali e diffidare di altre fonti e delle notizie non verificate e, soprattutto, capire che ogni scuola ha comunque una realtà diversa rispetto a spazi, materiali e persone. Quello che va bene per una realtà non va bene per l’altra.

Auguro a tutta la nostra comunità un…

Immagine tratta dal web

Il Dirigente Scolastico
Fabiana Celentano

(firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art.3 c. 2 Dlgs 39/93)

Documenti